close

  • Essere fedele alla mia Patria, la Repubblica di Polonia

     

  • ATTUALITÀ

  • 7 dicembre 2016

    In occasione della presidenza polacca del Gruppo di Visegrad - Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria -nella meravigliosa cornice del Chiostro del Bramante si è tenuto un dibattito che si proponeva di spiegare come i concetti integrativi, le ragioni storiche, il patrimonio intellettuale e culturale comuni, nonché gli stessi obiettivi della politica estera dopo la caduta del comunismo favoriscono la cooperazione dei quattro paesi.

     

     

     

    Nel 1991 i presidenti di Cecoslovacchia, Polonia e Ungheria si riunirono in una città ungherese Visegrad per iniziare la cooperazione nota anche con la sigla abbreviata V4. La collaborazione nell’ambito del Gruppo di Visegrad costituisce l’emanazione di interessi comuni e prioritari che sin dall’inizio sono legati all’Unione Europea e alla NATO.

     

    Fot. Ambasciata di Polonia

     

    Grazie agli interventi scientifici da parte dei relatori: dalla Polonia il prof. Jacek Purchla, dalla Repubblica Ceca il prof. Jaroslav Pánek, dalla Slovacchia l’ambasciatore Magdaléna Vášáryová, dall’Ungheria – l’editorialista Edit Inotai e con la presenza dei rappresentanti della diplomazia, politica, cultura si è riflettuto sul valore aggiunto che costituisce per l’Europa e l’Italia la cooperazione del Gruppo di Visegrad.

     

     

    Fot. Ambasciata di Polonia

    Print Print Share: